header image

rivista


La rivista è il fulcro di Canicola. Prima palestra per gli autori fondatori ora riserva per disegnatori nazionali e internazionali, la rivista si fa piazza dove dire la propria. Nei primi sei numeri accanto ad Andrea Bruno, Davide Catania, Giacomo Monti, Giacomo Nanni, Michelangelo Setola, Alessandro Tota, Amanda Vähämäki abbiamo ospitato disegnatori come Gipi, Marco Corona, Francesca Ghermandi, Anke Feuchtenberger (Germania), Paulina Mäkelä (Finlandia), Marko Turunen (Finlandia), Chihoi (Cina), Marijpol (Germania), Yan Cong (Cina), Anders Nilsen (Stati Uniti), Gregort Wiggert (Germania), Jesse Moynihan (Stati Uniti), Tommi Musturi (Finlandia), Olivier Schrauwen (Belgio).

Dal settimo numero Canicola assume il formato libro, l’apertura diviene la regola, il disegno diviene abitudine. Ogni volta si cerca di indagare e focalizzare una dimensione critica inedita.

Canicola ha testi in italiano con traduzione in inglese. Canicola è una rivista condominio.
Premio “BD Alternative“ Festival di Angoulême 2007
Premio “Lo straniero“ 2007
Premio “Anafi” 2006