andrea bruno

brodo di niente

12,00 10,20

 

80 pagine b/n
21,5×29, 2007
italiano/inglese, 12 euro
collana jaroslav falta
isbn 9788887827682

 
leggi il PDF d’anteprima

COD: barcaz-1 Categoria:

Descrizione

 

Andrea Bruno è da considerarsi come un autore “scomodo” e per questo uno dei più interessanti del panorama artistico italiano e non solo.

Andrea Provinciali (Mucchio Selvaggio)

 

Una guerra sanguinaria tra soldati e preti in abito talare. Un disertore e qualche siciliano di cui è meglio non fidarsi. Metafora della nostra italietta, paese cupo che ha perso il senso della comunità. Un classico del futuro in bianco e nero potente e con un segno unico. Questo libro è tra i pochi classici italiani inseriti da Paul Gravett nel volume 1001 fumetti da leggere prima di morire.

 

Bdn 4
Bdn 3
Bdn 2
Bdn 1

 

Bruno, graficamente, gioca su improvvise accumulazioni e sottrazioni. E’ l’Ade in una versione postmoderna, il prisma attraverso cui è letto lo sfacelo di una paese cupo che ha perso il senso della comunità; eppure ne viene fuori poesia, a tratti struggente.
Francesco Boille
( Internazionale)

La narrazione minimalista estrapola quasi a caso momenti di vita, impedendo così qualsiasi coerenza o tensione morale dei protagonisti. Tutto è affidato al solo segno, tra reminiscenze fotografiche e il forte tratto espressionista.
Jan Mozevic
(Suole di vento)

Brodo di niente è il fumetto della maturità di Andrea Bruno. Questo fumetto è programmaticamente una diserzione, si diserta da una vita pianificata, come si disertano i fumetti disegnati bene, e il risultato è una calligrafia fumettistica un po’ difficile da interpretare ma che lascia una grande soddisfazione alla fine della lettura.
Alberto Casiraghi
(LoSpazioBianco)

 

mfuhl4 - lxe56d - mmk69x - 0bxah2 - 2gb6i6 - ylk4do - m92yy3 - enytwf