yan cong

il sogno dell’elefante

12,00

 

96 pagine b/n
15×21, 2010
italiano/inglese, 12 euro
collana matti pellompää
isbn 9788890497001

 
scarica il PDF

COD: treno-1 Categoria:

Descrizione

Un bianco e nero onirico, carico di passioni e di pulsioni. La prima vera dimostrazione di come la percezione del fumetto orientale può cambiare anche in Italia.

Gianluca Testa (Artribune)

 

Prima edizione internazionale, Il sogno dell’elefante ci regala aria fresca. Il candore del sogno mescola la favola con gli stilemi underground, la psichedelia con le stampe popolari cinesi, i videogames e il manga con il teatro dell’assurdo, tra pulsioni sessuali, scuola, calcio e salsicce. Il fumetto cinese c’è.

 

Sogno 1
Sogno 4
Sogno 3
Sogno 2

 

Singolare è l’eclettica ‘globalizzazione’ dell’immaginario, che contamina echi di raffigurazioni popolari cinesi ed incursioni in mondi onirici radicati nei miti e nelle ossessioni dell’infanzia. Morbosamente visionarie, le storie di Cong obbediscono ai meccanismi del sogno ma lasciano anche trasparire un mesto senso di vuoto e solitudine.
Vittore Baroni
(Rumore)

Yan Cong costringe i suoi personaggi metà uomini metà animali alla continua ricerca dell’altro in un mondo dei panorami in stile bianco e nero underground dove la miseria di relazioni e quella economica sono sempre in agguato. David Vecchiato
(XL)

l sogno dell’elefante parla di sogni. Ma non di quelli finti/iperrealisti alla Inception. Qui ci sono vere situazioni da sogno: vita quotidiana con risvolti strani e inquietanti, genitori che appaiono all’improvviso, videogiochi, sangue e sesso.
Michele R. Serra
(Vice Magazine)