header image

Cani selvaggi

Amanda Vähämäki, Cani selvaggi

36 pagine b/n, 30×42, 2013
Collana Sudaca
isbn 9788890694141

16 €

In uscita a Novembre

Il vecchio mondo non c’è più ma su di un’isola si radunano attorno ad una bettola gestita da una bambina i bislacchi superstiti di una civiltà in rovina. Un nuovo mondo salvato dai ragazzini, dove il candore dell’infanzia e la bellezza della natura rivelano anche il lorolato cinico e feroce. Ultima fatica dell’autrice finlandese di Campo di Babà – primo libro di Canicola tradotto in Francia, Svezia, Finlandia e Stati Uniti –Cani selvaggi su tavole di grande formato conferma l’umanità di uno sguardo che sa dare forma ai sentimenti con un immaginario sospeso tra tiepida nostalgia e sporcizia del vivere.

The old world is gone but on an island gather around a tavern run by a little girl weird survivors of a run down civilization.A new world saved by children, where the innocence of childhood and the beauty of nature also reveal their cynical and fierce side. Last effort by the finnish author of The Bunfield – first Canicola’s book translated in France, Sweden, Finland and United States – Wild dogs, on a big format pages, confirms the humanity of a gaze that can give shape to feelings with an imaginary suspended between warm nostalgia and life’s dirt.