miguel vila

padovaland

18,00

 

160 pagine colori
17×24, 2020
collana i quindici
isbn 9788899524463

 

leggi l’anteprima PDF

COD: padovaland Categorie: , , Tag: , ,

Descrizione

“Non una sbavatura, scrittura affilatissima e disegno di gran classe. Padovaland è un esordio pazzesco e Miguel Vila ha talento da vendere”

Manuele Fior

 

 

La periferia di Padova ha una personalità crudele, nascosta dietro le facciate tranquille di palazzine moderne, villette a schiera color pastello e cortili popolati da statue e nani da giardino. Tra una festa di laurea e l’altra, Irene subisce il mobbing delle sue colleghe, Andrea è maltrattato dalla fidanzata, Catia riceve continue attenzioni indesiderate.
Una galleria di piccole meschinità dove un gruppo di ventenni si trascina anestetizzato da spritz, social network e relazioni disastrose.

 

 

Padovaland Copertina Bassa
padovaland1
padavaland2
padavaland3
padavaland4
padavaland5
padavaland6
padavaland7
padavaland8

 

Miguel Vila si colloca nella scia di tante opere importanti del fumetto italiano che hanno indagato l’alienazione delle persone comuni in una società postindustriale e postmoderna. Ma lo fa con una prospettiva nuova e con una propria forte personalità.
Francesco Boille
(Internazionale)

I colori brillanti, gli edifici posticci, gli stretti zoom sulle parti del corpo, estremizzano le meschinità della provincia.
Marco De Vidi
(Alias – Il manifesto)

Penso sia giusto, dunque, cogliere e riflettere sui numerosi spunti che offre l’opera di Miguel Vila, per proseguire con rinnovata fiducia nella ricerca di contenuti in grado di alimentare costruttivamente la riflessione intorno a temi così complessi. L’importanza d’instaurare un dialogo su questi temi, cercando il modo di mantenerlo il più vivo e autentico possibile, non va mai dimenticata. Comprendo bene quanto sia difficile provare a cercare l’altro. Ma una via di prossimità è possibile. Ne abbiamo la prova ogni volta che un autore porta dentro di sé un’opera, che ha bisogno di tempo e fatica perché possa raggiungere la sua forma definitiva ed emergere. Paradossalmente è proprio questa generazione così sofferente e bistrattata, a cercare nuove forme di comunicazione e di dialogo
Edoardo D’Amico
(Doppiozero)

Ti potrebbe interessare…